DSS – Decision Support System – Sistemi a supporto delle decisioni 4.0

Che cosa fa un sistema di Business Process Management? Che differenza c’è tra un BPM, un sistema di Data Process Management e uno di Corporate Performance Management?

I manager non riescono a valutare in modo oggettivo ciò che succede all’interno dei processi perché usano spreadsheet pieni di dati consuntivi. Grazie ai Decision Support System invece possono avere una visione completa del business e capire i costi di un mancato intervento correttivo. Come e perché lo spiega Mauro Vassena, CEO di Business Brain.

Approfondiamo di persona: incontriamoci!

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 desideriamo informarla che i dati personali da lei forniti con la compilazione e l’invio del presente form verranno utilizzati solo per rispondere alla sua richiesta.

Non è vero che l’innovazione è un problema di costi

Oggi, dicono gli esperti, non sono più i costi delle tecnologie associate al Decision Support System a frenare adozione e sviluppo. Sono le vision. C’è molta, troppa reticenza da parte di chi deve scegliere una nuova soluzione che consenta al business di viaggiare attraverso gli smart data. <…>

Il bilancio è sempre il risultato di una serie di azioni

Paradossalmente, in azienda non esistono i dati in sé e per sé: esistono le persone ed esistono i processi. Capire la rete di relazioni e di procedure è fondamentale per mappare cosa sta avvenendo, cosa funziona e cosa no e attivare le dovute azioni correttive. Le aziende vogliono cruscotti evoluti che evidenzino fenomeni da gestire, ai quali sia abbinato un responsabile al quale possa essere richiesto un feedback entro un determinato tempo, ad esempio prima che il mese si chiuda o, più significativamente, prima che sia troppo tardi. <…>

Ieri Excel. Oggi dati eccellenti, vale a dire utili e veloci

<..> Cosa vuole davvero un’azienda? Vuole migliorare la sua comprensione dei dati e dei suoi processi di controllo? Vuole un sistema più veloce che faccia velocemente dei report? Vuole dashboard con grafiche più accattivanti? Oppure vuole un sistema che sappia raccogliere i dati strutturati e destrutturati? In realtà la domanda fondamentale è: vuoi qualcosa che ti avvicini alla tua fabbrica e ti faccia sentire e partecipare, insieme ai tuoi colleghi, a tutto quello che sta succedendo, andando alla radice dei processi e dei problemi? Sembrerà paradossale, ma quante volte il controller di un’azienda viene a conoscenza di fatti importanti, di eventi che richiedono interventi tempestivi, durante una pausa alla macchinetta del caffè? <…>

Le aziende hanno bisogno di più informAzione

<…>  L’innovazione è una sfida tra il sapere acquisito e la flessibilità necessaria a garantire agilità professionale e personale. È questo il primo grande ostacolo. Bisogna portare le persone ad avere maggiore fiducia negli strumenti e in sé stessi. Gli strumenti di DSS oggi aiutano le risorse ad avere il quadro di insieme e a recuperare consapevolezza dei ruoli e delle risorse. La collaboration di cui oggi si parla tanto non significa favorire i processi di comunicazione delle informazioni, ma mettere le persone a lavorare insieme sugli stessi obiettivi. <…>

Analizzare la domanda, non la risposta

<…> Le piattaforme di DSS 4.0 oggi integrano applicazioni che permettono di condurre simulazioni di budget, di forecast, calcolando l’impatto di variabili di tipo quantitativo sulle variabili economiche e finanziarie, chiudendo il ciclo con lo stato patrimoniale (di società o consolidato). <…>